Dormire in una botte, in una vigna. Ora si può!

In Enogastronomia & Natura, Idee weekend by Alessandro1 Comment

Avete mai pensato di dormire in una botte? Da oggi si può! Amante del turismo enogastronomico o dell’eco-turismo? Da oggi si può realizzare il sogno di dormire in piena campagna, anzi addirittura tra i vigneti. Ma non è tutto. La location ove trascorrere una piacevole nottata non è l’anonima stanza del solito agriturismo. In Germania tutto questo è realtà.

dormire botte6    dormire in una botte

Dormire in una botte.

Prendi delle botti, quelle grandi, sparpagliale qua e là nei vigneti, poi “adattale” per ospitare un bel letto matrimoniale e servizi, crea una porta ed una finestra, et voilà, il gioco è fatto.
L’idea nasce nella regione del Baden-Württemberg, a ridosso della Foresta Nera, a 350 metri al di sopra del villaggio di Sasbachwalden e vicino al confine con la Francia. La zona è famosa per le sue vigne e le specialità enogastronomiche. Il B&B si chiama Schlafen im Weinfass, che letteralmente vuol dire proprio “dormire in un barile di vino”.  Otto “stanze” in totale, arredate comodamente e riscaldate.

dormire in una botte    dormire botte3

La vista ed i suoni della campagna sono unici e valgono bene il prezzo un pò sopra la media per una sistemazione “spartana” ma assolutamente suggestiva (circa 150 euro a notte per due persone).

Da qualche giorno è possibile farlo anche in Italia allo chalet Corones!

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine TRAVEL - Mondo Viaggiare attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
Dormire in una botte, in una vigna. Ora si può! ultima modifica: 2015-03-31T07:53:30+00:00 da Alessandro
The following two tabs change content below.
Curioso, curioso, curioso, iperattivo. Disponibile al confronto solo con esseri "pensanti", con chi è pronto a mettersi in gioco, disponibile a rivedere le proprie "certezze", con chi non si rifugia dietro un "Si è sempre fatto così...". Pregi? La curiosità. Difetti? La curiosità. "Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso." (Albert Einstein)
Condividi questo articolo su:

Lasciaci un tuo commento