meraviglie del mondo

Mare, montagna o città d’arte? Scopri chi decide per te!

In Città, Mare, Montagna by AlessandroLascia un commento

Un bel tuffo al mare, oppure trekking in montagna o ancora una città tutta da scoprire? Spesso la scelta è dettata dal nostro carattere, scopri perchè!

Una bella vacanza al mare, o forse sarebbe meglio la montagna… qualcuno suggerisce la visita di una città d’arte con tutte le meraviglie da scoprire passo passo. Davanti a queste possibilità, tu come scegli? Ebbene studi scientifici dimostrano che la scelta spesso la fa il carattere! Scopriamo insieme come e perchè!

Mare, montagna o città d’arte? Guarda queste foto, dove andresti?

Mare

meraviglie del mondo

Le seychelles. photo credit: piazzatizianoviaggi.it

Montagna

Sentiero delle Piccole Dolomiti. Photo Credit: girovagandoinmontagna.com

Città d’arte

La torre, il Battistero ed il Duomo, Piazza dei Miracoli, Pisa. Photo Credit: fileli.unipi.it

Se hai scelto il mare rientri nella media alta della classifica. La maggior parte dei viaggiatori preferisce una bella spiaggia ed acqua cristallina al trekking sui monti o ad una vacanza “culturale”. Tuttavia, come detto, non è solo questione di gusti! La scelta la dice lunga sulla tua personalità e spesso ad influire in maniera determinante è proprio il carattere! Uno studio condotto dagli psicologi dell’Università della Virginia ha rilevato, infatti, che le persone introverse prediligono paesaggi diversi rispetto alle estroverse, e il loro carattere influenza anche il luogo in cui scelgono di abitare.

Basilica di San Francesco. Photo Credit: relaisparadisoumbria.com

Mare, montagna o città d’arte?

“I ricercatori della Virginia hanno messo a punto cinque esperimenti, al termine dei quali è emerso che le persone più estroverse preferiscono spazi aperti, come le spiagge, mentre gli introversi sono attratti da boschi e montagne. Ciò sembra derivare dal fatto che le foreste sono mete ideali per la solitudine e la riflessione e offrono meno opportunità di aggregazione, a differenza delle distese di sabbia con baretti e discoteche, ottime per far festa, meno consone alla meditazione.

Parco Nazionale dello Stelvio. Photo Credit: italianbotanicalheritage.com

Certo, dicono i ricercatori, andare in montagna non rende necessariamente gli introversi più contenti degli estroversi, dato che nel complesso questi ultimi sono comunque più felici. Ma trascorrere del tempo tra la vegetazione sembra rendere i timidi meno malinconici. Optare per un ambiente rispetto a un altro potrebbe sembrare una scelta superficiale. In realtà c’è una lunga lista di nomi che hanno ricercato nella natura la risposta ai propri bisogni psicologici”  (fonte: Huffingtonpost).

Corigliano Calabro. Photo Credit: Hotelvideoclips

Chi preferisce le città d’arte

Chi preferisce le città d’arte è invece spesso una persona socievole, poco pignolo, che non ha richieste puntigliose. Ama il divertimento, gli piace trascorre il tempo con altre persone. Spesso organizza i viaggi sulla base dei racconti degli amici, non ha problemi a stare in luoghi molto affollati o a condividere i propri spazi con altri. Chi sceglie la città è “mediamente dinamico”, nel senso che non ha bisogno di avere ogni istante programmato, ma ama i viaggi che prevedano diverse attività: come un tour itinerante con la visita di più città o musei. E’ un tipo comunicativo e loquace, autonomo ed intraprendente nel muoversi. Ha bisogno di sentire propria la scelta dell’itinerario, ma spesso non ama programmare, preferendo decidere all’istante, lasciando sempre la libertà di cambiare itinerario.

Insomma, tu che tipo di viaggiatore sei?

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine TRAVEL - Mondo Viaggiare attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
Mare, montagna o città d’arte? Scopri chi decide per te! ultima modifica: 2017-06-17T11:41:50+00:00 da Alessandro
The following two tabs change content below.
Curioso, curioso, curioso, iperattivo. Disponibile al confronto solo con esseri "pensanti", con chi è pronto a mettersi in gioco, disponibile a rivedere le proprie "certezze", con chi non si rifugia dietro un "Si è sempre fatto così...". Pregi? La curiosità. Difetti? La curiosità. "Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso." (Albert Einstein)
Condividi questo articolo su:

Lasciaci un tuo commento