Paesaggio vitivinicolo del Piemonte - Patrimonio Unesco da gustare

Paesaggio vitivinicolo del Piemonte – Patrimonio Unesco da gustare

In Città, Enogastronomia, Idee weekend by TizianaLascia un commento

Un’eccezionale testimonianza vivente della tradizione storica della coltivazione della vite...

Quando si parla del paesaggio vitivinicolo del Piemonte, ci si riferisce propriamente al sito considerato Patrimonio dell’Umanità per l’Unesco, comprendente il territorio delle Langhe, del Roero e del Monferrato. Ritenuti di grandissimo interesse storico, paesaggistico e culturale. Quest’angolo di Piemonte, compreso tra le province di Asti e Cuneo, tra il fiume Po e l’Appennino ligure, si snoda tra dolci, lussureggianti e verdi colline. Da qui il nome langhe in dialetto piemontese, gentilmente accarezzate dal corso dei fiumi Tanaro, Belbo, “Bormida di Millesimo” e “Bormida di Spigno”.

Scopri i vantaggi e le offerte proposte da VOLAGRATIS. Prenota ora il tuo viaggio!

Spot Elena Image Banner 728 x 90

Paesaggio vitivinicolo del Piemonte: Patrimonio dell’Umanità.

Premiato dall’Unesco per consistere in “un’eccezionale testimonianza vivente della tradizione storica della coltivazione della vite”. Il paesaggio vitivinicolo del Piemonte comprende ben sei aree vitivinicole d’interesse internazionale. Ma anche tesori architettonici. Quali il Castello di Grinzane Cavour, l’antica torre del Castello di Camerana e la chiesa barocca di San Bernardino a Vezza d’Alba.

Paesaggio vitivinicolo del Piemonte - Patrimonio Unesco da gustare

Il Castello di Grinzane Cavour sorge in uno dei paesaggi più pittoreschi della Langa, a 5 km da Alba. (castellogrinzane.com)

Questo paesaggio culturale, risultato dell’azione combinata dell’uomo con la natura, suggerisce diversi tour enogastronomici alla scoperta dei piatti tipici piemontesi. Ma soprattutto dei vini che nascono qui e diventano un’eccellenza del made in Italy a livello internazionale.

Paesaggio vitivinicolo: Patrimonio Unesco da gustare.

Qui dove la vita scorre lenta eppure in modo laborioso, il passare del tempo è scandito dal vino, dalla coltivazione della vite al processo di vinificazione. E i risultati, neanche a dirlo, rasentano la perfezione. Barolo, Barbaresco, Barbera, Asti Spumante, Nebbiolo, Dolcetto d’Alba e Moscato d’Asti, costituiscono solo un brevissimo elenco dei vini da assaggiare nel corso di un tour enogastronomico lungo i paesaggi vitivinicoli del Piemonte. Perché, com’è ovvio che sia, ogni zona ha la sua specialità tipica. Il Roero Arneis, il Dolcetto di Diano d’Alba e il Moscato d’Asti Santa Vittoria d’Alba, sono tipici della provincia di Cuneo. Il Nizza , l’Albugnano superiore, il Cisterna d’Asti e il Loazzolo, incarnano l’eccellenza del settore vitivinicolo tipico dell’astigiano.

Paesaggio vitivinicolo del Piemonte - Patrimonio Unesco da gustare

Paesaggio vitivinicolo patrimonio Unesco: un riconoscimento che ha premiato i vignerons di Langhe, Roero e Monferrato, ma anche le aziende produttrici e gli operatori turistici del territorio. (movimentoturismovino.it)

Il paesaggio vitivinicolo e i piatti tipici.

Con un “catalogo vinicolo” così importante, i piatti tipici non possono certo essere da meno. In una terra famosa per i tartufi, per i tajarin, ravioli al plin e il toma DOP, non mancano pietanze robuste e resistenti. Come la salsiccia di Bra, la tagliata di fassone piemontese, la bagna cauda. La battuta di carne al coltello, il delicato vitello tonnato. La creme brulé di fois gras.

L’areale di produzione del tartufo bianco in Piemonte è concentrato soprattutto nelle Langhe, nel Monferrato e nel Roero, ma vi sono ritrovamenti anche nell’alessandrino e sulle colline torinesi. (parks.it)

In un panorama culinario così vasto, certamente, non possono mancare i dolci. Amaretti, baci di dama, bonet. Cöpete, torcetti e torrone di nocciole. Costituiscono il fine pasto ideale di un tour enogastronomico in terra piemontese.

Assapora i caratteri di un territorio. Scopri i viaggi organizzati di BOSCOLO. Prenota ora!

GIFT Contenuto 728x90

Paesaggio vitivinicolo del Piemonte: le sei aree UNESCO.

La zona piemontese inserita nella World Heritage List dell’Unesco si estende su ben 10.000 ettari. Racchiudendo sei aree tipiche e diversi comuni.

1. Nella parte meridionale del Piemonte, troviamo la “Langa del Barolo“. Per conoscerla al meglio, si può organizzare un tour enogastronomico all’interno delle cantine aperte al pubblico e degustare la specialità della zona. Il famigerato Barolo, vino intenso, profumato e ben strutturato.

2. La zona delle “Colline del Barbaresco“, conosciute nel mondo intero per la Torre del Barbaresco completamente a strapiombo sul fiume Tanaro, è famosa per le immense distese di vitigni coltivati a Nebbiolo. Qui si origina proprio il Barbaresco, un vino dal lungo processo di invecchiamento.

Paesaggio vitivinicolo del Piemonte - Patrimonio Unesco da gustare

Barbaresco, nel cuore del Piemonte viticolo, tra le colline che costeggiano il corso sinuoso del fiume Tanaro. (luigigiordano.it)

3. L’area di “Grinzane Cavour“, probabilmente, è quella più scenografica. A soli 5 chilometri da Alba, la zona è famosa per il suo Castello in cui, ogni anno, si tiene l’asta del tartufo bianco.

4. Canelli, invece, è nota per essere considerata la “capitale dell’Asti spumante“. Un vino dolce e leggermente aromatico.

Paesaggio vitivinicolo del Piemonte - Patrimonio Unesco da gustare

Canelli: uno dei templi mondiali del vino. 40-50 milioni di bottiglie di Asti Spumante vendute nel mondo. Le sue cantine storiche, scavate nel tufo nei secoli passati, scendono fino a 32 metri nel sottosuolo e si estendono per oltre 20 km. (bhello.it)

E ancora…

5. “Capitale del Barbera“, invece, è Nizza Monferrato. Grande esempio di “città villanova” di stampo medievale e patria del “Museo Bersano”.

6. L’ultima area Unesco è il “Monferrato degli Infernot“. Nome che sta a indicare le antiche e bellissime cantine scavate nelle rocce di tufo. Esempio mirabile di “edilizia contadina”.

Paesaggio vitivinicolo del Piemonte - Patrimonio Unesco da gustare

IL MONFERRATO DEGLI INFERNOT Componente 6 del Sito ‘I Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato’, iscritto alla Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO. (ecomuseopietracantoni.org)

Non perdere altri interessanti tour gastronomici in località Patrimonio dell’Umanità. Ecco gli ultimi articoli:

Centro storico di Roma – Patrimonio Unesco da gustare;

Mantova e Sabbioneta – Patrimonio Unesco da gustare;

Reggia di Caserta, Pompei, Ercolano – Patrimonio Unesco da gustare.

Se avete suggerimenti, osservazioni o esperienze di viaggi da raccontare scriveteci! Li pubblicheremo su TRAVEL – Mondo viaggiare con la vostra firma!

Scopri che tempo farà nei prossimi giorni in Italia e all'estero

Booking.com

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine TRAVEL - Mondo Viaggiare attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
Paesaggio vitivinicolo del Piemonte – Patrimonio Unesco da gustare ultima modifica: 2017-04-04T07:00:53+00:00 da Tiziana
The following two tabs change content below.

Tiziana

29 anni, un bagaglio già ricco di esperienze, ma ancora molti, molti sogni nel cassetto! I miei compagni di viaggio? Onestà, umiltà, semplicità ma soprattutto tanta voglia di vivere e di sperimentare sempre cose nuove, sia nel mondo del lavoro che nella vita in generale!
Condividi questo articolo su:

Lasciaci un tuo commento