porto cesareo

Porto Cesareo e l’Area Marina Protetta del Salento

In Città, Diari di viaggio, Location, Mare by Marida

Alla scoperta di uno dei luoghi naturalistici più belli della costa pugliese

Il Salento è una terra tutta da scoprire, ricca di scenari naturalistici suggestivi e di città meravigliose in perfetto stile barocco, luminose e calde grazie alla pietra leccese che riveste le costruzioni. Tra le meraviglie salentine merita una particolare attenzione l’Area Naturale Marina Protetta di Porto Cesareo.

La costa
porto cesareo

Area marina protetta porto cesareo

Porto Cesareo è un piccolo comune in provincia di Lecce, famosa località turistica situata sulla costa ionica della penisola salentina. La meraviglia di questo posto è dovuta soprattutto all’area marina protetta, delimitata da Punta Prosciutto a nord e da Torre Inserraglio a sud, estendendosi per 7 km dalla costa.  I 32 km di costa della riserva sono incastonati nei due comuni di Porto Cesareo e di Nardò, entrambi della provincia di Lecce. Con i suoi 16.654 ettari di superficie marina tutelata, è la terza per estensione in Italia.

L’Isola Grande
Porto Cesareo

Isola Grande

La composizione di questo tratto costiero è molto variegato ed offre scenari diversi. Per esempio da Punta Prosciutto a Torre Lapillo si estende il Lido degli Angeli caratterizzato da dune di sabbia chiara alte fino a 7 metri. Le dune poi cedono il passo alla bassa scogliera , che a sua volta si alterna a cale sabbiose. Numerosi sono anche gli isolotti che sorvegliano la costa da lontano, la più famosa è l’Isola Grande, conosciuta anche come Isola dei Conigli. Questo isolotto sorge ad un centinaio di metri dal porticciolo naturale della costa ed è facilmente raggiungibile a nuoto o tramite una delle imbarcazioni turistiche. Qui sembra di essere stati teletrasportati in un luogo lontano ed esotico, il mare caraibico la trasforma in una vera e propria oasi celestiale, nonostante sia a pochi metri dal centro abitato.

Le tre zone dell’Area Protetta
Porto Cesareo

area marina protetta porto cesareo. photo credit:puntagrossa.it

L’Area Marina è suddivisa in tre zone che si differenziano a seconda del grado di tutela.
La zona A, cuore della riserva, è la fascia di mare che si estende davanti la penisola della Strea e nelle acque tra Torre Sant’Isidoro e Casa Giorgella. In questa zona sono vietate tutte le attività, ad eccezione della ricerca scientifica.
La zona B comprende l’area a largo di Punta Prosciutto e il tratto di mare vicino alla zona A di Sant’Isidoro. Qui sono consentite la pesca professionale, la balneazione e le immersioni, compatibili con la tutela dell’ambiente naturale. Infine nella zona C, che si sviluppa per tutta la lunghezza della riserva marina, è possibile svolgere attività a basso impatto ambientale.

I fondali
Porto Cesareo

Area Marina protetta Porto Cesareo. photo credit: bridgepugliausa.it

I fondali sono la grande ricchezza di questo mare, infatti ospitano una variegata fauna marina. Le numerose specie animali sono dovute alla varietà della costa che va dalla sabbia alla roccia, inoltre l’ambiente marino subtropicale ha favorito il proliferare di animali particolari tipici dei mari caldi. Proprio questo ha contribuito all’istituzione dell’Area naturale marina protetta di Porto Cesareo nel 1997.
Le coste salentine sono famose anche per la presenza di numerose grotte sommerse. I ricercatori della Stazione di Biologia Marina di Porto Cesareo e gli speleologi subacquei del gruppo speleologico di Neretino, hanno scoperto e descritto 53 grotte sommerse che rappresentano solo alcune delle cavità sommerse lungo le coste del Salento.

Scopri che tempo farà nei prossimi giorni in Italia e all'estero

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine TRAVEL - Mondo Viaggiare attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
Porto Cesareo e l’Area Marina Protetta del Salento ultima modifica: 2017-07-11T16:03:27+00:00 da Marida
The following two tabs change content below.

Marida

Come disse un filosofo la via più breve per giungere a se stessi gira intorno al mondo, non potrei essere più d’accordo! Per me viaggiare è una necessità perché apre la mente e l’anima, è il miglior modo per crescere e conoscere se stessi. Per questo, non appena ho l’occasione scappo verso una nuova destinazione e una nuova avventura! Adoro anche il buon cibo, il cinema e scrivere di tutto ciò!
Condividi questo articolo su: