Sei all’Estero ed hai smarrito i documenti? Ecco come fare!

In Città, Idee weekend by RobertoLascia un commento

Consigli utili per recuperare tutti i documenti persi o rubati, senza rovinarsi la vacanza

La perdita dei documenti d’identità all’estero può riguardare sia la carta d’identità che il passaporto. Può avvenire per smarrimento o per furto. In entrambi i casi, non appena ci si accorge della perdita dei documenti, bisogna immediatamente denunciarne il furto o lo smarrimento alla polizia locale.

Avvertire l’Ambasciata o il Consolato italiano

Al tempo stesso è tassativo avvertire nel più breve tempo possibile l’Ambasciata o il Consolato italiano della città in cui ci si trova oppure quello più vicino. Inoltre si deve fare una copia della denuncia per poter richiedere il documento sostitutivo. I cittadini europei che devono tornare in Italia via terra o via mare possono semplicemente presentare la denuncia per poter effettuare il rientro. Se ciò avviene via aerea, si deve verificare cosa prevede il vettore di viaggio.

Cosa fare se si perde il passaporto all’estero

Sei all'Estero ed hai smarrito i documenti? Ecco come fare!

Passaporto smarrito all’Estero. Photo Credit: Mla

La procedura per poter ottenere un documento sostitutivo cambia a seconda del fatto che il furto o lo smarrimento riguardi una carta d’identità oppure il passaporto. Nel caso che si smarrisca il passaporto o se questo documento venga rubato si consiglia di fornire al Consolato, insieme ai documenti richiesti, anche altri elementi che possano agevolare l’identificazione del richiedente. Se non si ha una fotocopia del documento rubato o smarrito, è possibile allegare un duplicato della tessera sanitaria o della patente di guida. A questo punto il Consolato avverte la Questura del Paese di residenza del richiedente e, dopo aver ottenuto il suo nulla osta, può rilasciare un nuovo passaporto.

Come fare se si perde la carta d’identità all’estero

Se invece si smarrisce la carta d’identità all’estero, oppure se questo documento viene rubato, la procedura può essere diversa a seconda del fatto che l’interessato sia residente all’estero o che sia semplicemente in viaggio. I cittadini italiani iscritti all’AIRE (Anagrafe Italiani Residenti Estero) possono usufruire di un iter semplificato nel caso in cui lo smarrimento o il furto del documento avvenga in Svizzera, negli Stati membri dell’Unione Europea, nel Principato di Monaco, in Norvegia oppure nella Repubblica di San Marino. E’ sufficiente presentare la documentazione richiesta (copia della denuncia di furto o smarrimento e due fototessere) all’ufficio consolare oppure all’Ambasciata del proprio Paese. In questo modo si ottiene il rilascio di una nuova carta d’identità in formato cartaceo. In caso contrario, negli altri casi il Consolato provvede al rilascio di un documento di viaggio provvisorio, così da consentire il rientro in Italia.

Sei all'Estero ed hai smarrito i documenti? Ecco come fare!

Bandiera Italiana

Documento di viaggio provvisorio

Esistono alcune situazioni nelle quali il richiedente ottiene un documento di viaggio provvisorio sostitutivo del passaporto. Ad esempio ciò è possibile nel caso in cui l’interessato deve effettuare in breve tempo il rientro in Italia. Magari se ha già acquistato il biglietto per il ritorno, oppure se il visto è in scadenza. Non può aspettare all’estero il nulla osta da parte della Questura italiana per il rilascio di un nuovo passaporto.

Il rilascio del documento sostitutivo

Una volta presentata la denuncia di smarrimento o di furto del passaporto, l’ufficio consolare competente per territorio, rilascia un documento provvisorio sostitutivo. L’E.T.D. (Emergency Travel Document). Tuttavia, consente soltanto il rientro in Italia, oppure nel proprio Paese di residenza, perché ha una validità limitata. Il rilascio avviene soltanto a seguito della presentazione di alcuni documenti al Consolato, cioè il titolo di viaggio del richiedente per il ritorno e la denuncia di furto o smarrimento del documento d’identità. Inoltre servono due foto tessere formato 3,5x4cm, frontali, uguali e a colori e la ricevuta di pagamento del costo del documento. Inoltre, se il richiedente non può andare in Consolato per ritirare personalmente l’E.T.D., è necessario pagare le spese di spedizione del documento.

Link utili

Scopri che tempo farà nei prossimi giorni in Italia e all'estero

Booking.com

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine TRAVEL - Mondo Viaggiare attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.
Sei all’Estero ed hai smarrito i documenti? Ecco come fare! ultima modifica: 2017-08-03T06:50:29+00:00 da Roberto
The following two tabs change content below.
Curioso, creativo, sempre in cerca di qualcosa da fare e scoprire, da realizzare con le proprie mani. Amo viaggiare e scoprire posti nuovi, osservare e guardare con attenzione ogni singolo momento della mia vita, adoro mangiare e assaporare gusti nuovi e cimentarmi in esperimenti culinari.
Condividi questo articolo su:

Lasciaci un tuo commento